Ricostruzione di conversazione

Forse non l’ho ancora esplicitato, ma nel 2006 ho frequentato il corso DILIT con Christopher Humphris presso l’Internationa Hause di Roma e da allora, oltre ad aver rivoluzionato e trovato finalmente delle attività concrete da impiegare in lezioni comunicative,  ho proposto  e riproposto ai miei studenti la RICOSTRUZIONE DI CONVERSAZIONE.

cit.: Durante la Ricostruzione di conversazione, invece, gli studenti dovrebbero aver ben chiaro (e questo dipende dalla chiarezza di idee dell’insegnante) che non fanno altro che cercare di ricostruire ciò che un determinato parlante (il quale esiste in carne e ossa) ha realmente detto in una situazione realmente avvenuta. Se questo è ben capito ogni volta che si arriva ad un’ipotesi di un enunciato ritenuto dall’insegnante perfettamente corretto ed appropriato non si scandalizza nessuno se l’insegnante dice “Andrebbe benissimo, ma lui non ha detto così”

A datta degli studenti: “La reconstrucció d’una conversa representa una de les activitats comunicatives de més èxit / La ricostruzione di conversazione rappresenta una delle attività comunicative di maggior esito”