digressione Ditalsisti si diventa, non si nasce: Daniela

DITALS, Barcellona, Ama l'italianoMozzarella, bordò de chocolate e cortado! Strano abbinamento?

No! è la storia del percorso che mi ha portato al DITALS…

Era febbraio 2013 quando decisi di andare a vedere Mozzarella Stories. Leggendo uno dei tanti post che si pubblica su facebook sul gruppo degli Italiani a Barcellona, io, italiana (anzi siciliana) a Barcellona decisi di andare al Puo de la Figuera e trascorrere un pomeriggio diverso. è lì che conobbi Ada e le chiesi informazioni sul DITALS, questo nome a me sconosciuto… io, che con una laurea in traduzione specializzata, mi ritrovavo a Barcellona a fare l’assistente di lingua italiana senza aver mai voluto insegnare… Eppure… Mantenni i contatti con Ama, sparsi la voce, e quando si aprirono le iscrizioni, fui una delle prime ad aderire…
Chi l’avrebbe mai detto che quei weekend di maggio, in quel di Barcellona, nelle stanze di Ama, tra un cortado e un bordo de chocolate, tra un approccio e un metodo, tra una teoria e una tecnica, tra una simulazione e l’altra, mi avrebbero portato a tanto???
Ed eccomi a maggio 2014, con un certificazione DITALS di 2 livello tra le mani. è stata dura, non lo nego. Ma come ogni sfida, il bello sta nell’affrontarla e perchè no? Anche nel superarla con successo.
L’insegnamento dell’italiano agli stranieri è stata una passione che si è insinuata piano piano ma che è diventata ogni giorno sempre più forte… Quando andavo a lezione ad Ama, ogni weekend scoprivo qualcosa di nuovo e di interessante, arricchivo le mie conoscenze (perché, come mi disse la Diadori in una famosa skype call, anche la traduzione ha a che fare con l’insegnamento dell’italiano L2) ed infatti molte nozioni di linguistica, di grammatica erano a me note e quella sarebbe stata l’occasione per rafforzarle e metterle in campo!
Un po’ d’ansia c’era, è normale… Come in ogni esame, come in ogni prova che la vita ci pone ma era unita alla consapevolezza che studiare per quella certificazione sarebbe stato un investimento e come tale l’ho preso. Leggo ancora (ma con animo diverso 🙂 led milano cefrieli post di chi su facebook sul gruppo “Ditalsisti disperati” scrive: “Ma serve a qualcosa questa certificazione?” oppure “Cos’è meglio tra il DITALS e il CEDILS”? Be’ io tutte queste domande non me le sono fatta, io mi sono buttata: ho avuto l’occasione di conoscere Ada, poi quella di conoscere Giulia, infine quella di seguire il corso ad Ama e sono andata… Ho preso appunti, ho letto e studiato libri, ho scaricato materiale da Dropbox, mi sono confrontata con altri ditalsisti disperati e ho tentato, ho fatto 6 ore di esame e sono sopravvissuta…
C’è chi dice che la mia giovane età mi ha sicuramente avvantaggiato, essendo ancora fresca di università e quindi maggiormente predisposta agli esami… Io invece dico che come in ogni cosa quello che ci vuole è determinazione e volontà. L’ansia, le insicurezze, il timore sono normali… Anch’io, non tanto quando seguivo il corso (e l’esame mi sembrava lontano), ma nei mesi di preparazione all’esame, ho pensato talvolta di non farcela, di non esserne all’altezza, e anche il giorno dell’esame, circondata da persone più grandi di me, con un’esperienza di insegnamento di gran lunga maggiore rispetto alla mia, ho pensato: “Ma a me chi me lo ha fatto fare???”

Libri
Oggi, certificazione in mano, credo di aver fatto uno dei migliori investimenti della mia vita… Ah, dimenticavo di dirvi… Non insegno ancora, ma di certo non perché il DITALS non serva, ma semplicemente perché non ho cercato… I miei progetti per adesso sono oltreoceano… ma anche lì porterò la mia piccola esperienza, i miei studi, la formazione che ho ricevuto da Ada e Giulia ma soprattutto… Il mio DITALS! (chi l’avrebbe mai detto che ci avrei affiancato un aggettivo possessivo?!)
In bocca al lupo a tutti i ditalsisti, disperati e non!!

NB: questo post non è stato scritto da me che sono la curatrice del Blog, ma da Daniela N. frequentante del corso DITALS II livello 2013 e futura lettrice negli USA.

GRAZIE DANIELA ^_^

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...